Digital Tzoppicare Tanca (DTT)

La NASA vuole una centrale nucleare sulla luna

La NASA e l'Idaho National Laboratory (INL) hanno annunciato che stanno cercando idee su come accedere al Energia nucleare sulla luna Cercando. Stabilire un sistema di approvvigionamento energetico stabile sulla luna è un elemento chiave per l'esplorazione spaziale con equipaggio. Questo è un obiettivo che possiamo raggiungere ", afferma Sebastian Corbisiero, che è responsabile della guida del progetto.

La NASA ha usato la luna come palcoscenico per un viaggio con equipaggio verso il marzo è del parere che una centrale nucleare indipendente dalla luce solare fornirà energia sufficiente indipendentemente dalle condizioni ambientali sulla luna o su Marte. Il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti e la NASA hanno parlato del concetto di "potenza superficiale di fissioner "per fissione. Questo è un reattore nucleare con una potenza calcolata in kilowatt. Fissionando i nuclei di uranio, produrrebbe una potenza di almeno 10 kilowatt.

 Fonte immagine: Pixabay / Fonte

Non sembra molto rispetto ai reattori sulla Terra, ma è abbastanza energia per Missioni spaziali. Tanto più che un tale sistema sarebbe scalabile e, ad esempio, potrebbe fornire piccole basi spaziali o impianti di produzione con una quantità costante di energia.

Penso che un tale sistema giocherà un ruolo enorme sulla Luna e su Marte, e man mano che si svilupperà emergeranno soluzioni che saranno utili anche sulla Terra, afferma Jim Reuter della Space Mission Technology Directorate NASA. Il reattore sarebbe costruito sulla terra e da lì trasportato sulla luna.

Quello di NASA e l'INL stabiliscono che il sistema dovrebbe consistere in un nucleo riempito di uranio, un sistema per convertire l'energia in una forma utilizzabile, sistemi di raffreddamento e distribuzione dell'energia. L'intero sistema dovrebbe fornire 40 KW di potenza in funzionamento continuo e lavorare sulla luna per 10 anni. Inoltre, il Reaktor lavorare senza supervisione umana, potersi accendere e spegnere autonomamente, deve poter lavorare dal modulo lunare, ma allo stesso tempo essere su una piattaforma mobile che può essere installata ovunque. Ulteriori requisiti riguardano il suo peso e le sue dimensioni. Quando si parte dalla terra, il reattore dovrebbe inserirsi in un alloggiamento con un diametro di 4 me una lunghezza di 6 m. Non deve pesare più di 6000 chilogrammi.

Le proposte preliminari per la progettazione di tale sistema dovrebbero essere presentate entro il 19 febbraio del prossimo anno.