Digital Tzoppicare Tanca (DTT)

I ricercatori di Wroclaw stanno lavorando su un sistema di navigazione satellitare sulla luna

I ricercatori dell'Istituto di Geodesia e Geoinformatica dell'Università di Bioscienze di Wroclaw sono membri di un consorzio internazionale istituito dall'Agenzia spaziale europea (ESA) finanziamento per lo sviluppo di un sistema di navigazione concettuale per missioni lunari aveva ricevuto. Un tale sistema sarà sia l'esplorazione della luna stessa che l'attuazione di piani per utilizzare il satellite come tappa in una missione con equipaggio marzo renderlo più facile da usare.

Ce ne sono diversi sulla terra Sistemi di navigazione satellitare, compreso il GPS più diffuso. Tuttavia, non esistono sistemi simili per la luna. Pertanto, la missione GRAIL, che studia il campo gravitazionale della luna, è stata in grado di mapparne brillantemente un lato visibile dalla Terra. Tuttavia, una volta che il GRAIL era sul lato opposto della luna, ha perso il contatto con il Satelliti di navigazionein modo che la sua capacità di individuare la sua posizione è diminuita in modo significativo.

La NASA intende inviare la prima missione con equipaggio sulla luna da decenni in pochi anni e prevede di costruire una stazione nell'orbita di Modes e di svolgere lavori sulla superficie lunare. Sia le persone che vi lavorano sia i dispositivi autonomi necessitano di un sistema efficace per determinare la propria posizione.

L'ESA ha il compito di Programma al chiaro di luna, che esplora le possibilità di una precisa navigazione e comunicazione su tutta la superficie della luna. Il programma è un programma a più livelli con un approccio graduale. In primo luogo, sarà necessario fornire capacità di posizionamento per l'orbita di trasferimento Terra-Luna, quindi per i satelliti in orbita lunare e infine per gli approcci e le operazioni sulla superficie lunare.

Il progetto prevede che le costellazioni esistenti di satelliti di navigazione saranno utilizzate tra il 2022 e il 2025. Nella fase II, prevista per gli anni 2025-2035, diversi satelliti devono essere collocati in un'orbita lunare e devono essere trasmessi ulteriori segnali dalla superficie lunare. Nella fase III, cioè dopo il 2035, sarà finalmente pronto per l'uso un completo sistema di navigazione lunare.

Gli scienziati polacchi Prof. Krzysztof Sosnica, Dr. Radosław Zajdel e il dott. Grzegorz Bury affronta Progetto ATLAS che è stato appena finanziato dall'ESA come parte della Fase II. Il compito di ATLAS sarà studiare varie soluzioni tecniche per il sistema di navigazione lunare e testare le possibilità di comunicazione unidirezionale e bidirezionale tra terra e satelliti, nonché tra relè lunari e satelliti. Inoltre, le procedure per la trasformazione tra Sistemi di riferimento lunari, terrestri e celesti (sistemi inerziali) essere sviluppato. I membri del progetto ATLAS devono anche testare la qualità del posizionamento sia sulla luna che nella sua orbita.