Digital Tzoppicare Tanca (DTT)

Crisi spaziale

Uno dei due risultati di varie misurazioni della velocità di espansione dell'universo deve essere sbagliato, ma quale?


All'inizio del XXI secolo, il modello cosmologico standard sembrava completo. Contiene molti segreti - anche pieni di aree fertili per ulteriori ricerche, ovviamente - sicuramente. Ma in generale tutto era in un "mucchio": circa due terzi dell'universo era energia oscura (la cosa misteriosa che accelera la sua espansione), circa un quarto era materia oscura (la cosa misteriosa che determina lo sviluppo della sua struttura), e Il 4% o il 5% era materia "ordinaria" (cioè ciò che noi, i pianeti, le stelle, le galassie e tutto ciò che abbiamo sempre considerato, senza contare gli ultimi decenni, un universo completo). Era un insieme logico.

...Non così in fretta. O, per essere più precisi, troppo veloce!

Negli ultimi anni c'è stata una discrepanza tra due metodi di misurazione del tasso di espansione dell'universo - una quantità nota come Costante di Hubble (H0) è designato. Il metodo, che consisteva nell'iniziare con le misurazioni nell'universo di oggi e tornare alle fasi precedenti e precedenti, ha fornito costantemente un valore di H0. Tuttavia, le misurazioni, iniziate nelle prime fasi dell'universo e risalenti ai giorni nostri, hanno anche fornito costantemente un valore diverso, che mostra che l'universo si sta espandendo più velocemente di quanto pensassimo.

Fonte immagine: Pixelbay

Scopri di più

Presto potrebbero essere prodotti nuovi isotopi superpesanti

Quali sono le possibilità di creare nuovi isotopi di elementi superpesanti? I ricercatori hanno evidenziato i canali più promettenti per la produzione di un'ampia gamma di isotopi con numeri atomici da 112 a 118.
Calcoli effettuati da scienziati polacchi in collaborazione con un gruppo di scienziati di Dubna (Russia) consentono loro di prevedere le possibilità di creazione di nuovi isotopi di elementi superpesanti con una precisione precedentemente non disponibile. Gli scienziati hanno presentato i canali più promettenti per la produzione di un'ampia gamma di isotopi con numeri atomici da 112 a 118 in varie configurazioni di collisione nucleare che hanno portato alla loro formazione. Le previsioni confermano con eccellente compatibilità i dati sperimentali disponibili per metodi già testati.

Scopri di più

Ologrammi come in Star Wars.


Utilizzando nanomateriali preparati con cura, gli scienziati dell'Università di Agricoltura e Tecnologia di Tokyo sono riusciti a "piegare" il raggio laser in modo tale da creare un'immagine olografica con proprietà precedentemente irraggiungibili, che gli osservatori hanno confrontato con gli ologrammi noti della serie "Star Wars" . Grazie alla nuova tecnologia è stata creata l'immagine di un globo rotante. Il lavoro del gruppo di ricerca giapponese è stato descritto nella rivista "Optics Express".

Video su Youtube https://youtu.be/O1fHIcPXEjE

Scopri di più

German Future Prize 2020: gli sviluppatori EUV di TRUMPF, ZEISS e Fraunhofer nominati!

L'Ufficio del Presidente federale ha annunciato oggi i candidati per il German Future Prize 2020 nella Hall of Honor del Deutsches Museum di Monaco di Baviera. Nel gruppo dei migliori - i tre progetti per la fase finale del Premio del Presidente federale per la tecnologia e l'innovazione - c'è un team di esperti di TRUMPF, ZEISS e Fraunhofer IOF: con il loro progetto "Litografia EUV - Nuova luce per l'era digitale ", Dott. Peter Kurz, divisione ZEISS Semiconductor Manufacturing Technology (SMT), Dr. Michael Kösters, TRUMPF Lasersystems for Semiconductor Manufacturing e Dr. Sergiy Yulin, Istituto Fraunhofer di ottica applicata e meccanica di precisione IOF di Jena, nominato.

Il team di esperti di fronte al laser industriale pulsato più potente del mondo, che viene utilizzato per generare luce per abilitare la litografia EUV (da sinistra): Dr. Peter Kurz, divisione ZEISS SMT, Dr. Michael Kösters, TRUMPF Lasersystems for Semiconductor Manufacturing e Dr. Sergiy Yulin, Istituto Fraunhofer di ottica applicata e meccanica di precisione IOF
Leggi di più qui

Prognosi futura causale in uno spazio-tempo di Minkowski

La stima degli eventi futuri è un compito difficile. A differenza degli esseri umani, gli approcci all'apprendimento automatico non sono regolati da una comprensione naturale della fisica. In natura, una sequenza plausibile di eventi è soggetta alle regole di causalità, che non possono essere semplicemente derivate da un insieme finito di addestramento. In questo articolo, i ricercatori (Imperial College London) propongono un nuovo quadro teorico per eseguire previsioni causali del futuro incorporando informazioni spaziotemporali in uno spaziotempo di Minkowski. Usano il concetto di cono di luce della teoria della relatività speciale per restringere e attraversare lo spazio latente del modello anarbitrario. Dimostrano applicazioni di successo nella sintesi di immagini causali e nella previsione di future immagini video su un set di dati di immagini. La loro struttura è indipendente dall'architettura e dal compito e ha forti garanzie teoriche per le capacità causali.

Scopri di più

Test di infusioni utilizzando un sistema di sensori optoacustici

Il Laser-Laboratorium Göttingen eV ha inizialmente vinto la gara di quest'anno per GO-Bio dal BMBF.

Il progetto “Sistema di sensori optoacustici per il monitoraggio delle infusioni” (Oase) del dipartimento Photonic Sensor Technology è entrato nella prima delle due fasi della misura di finanziamento iniziale di Go-Bio. In questa gara altamente competitiva del BMBF, sono state ammesse alla fase esplorativa 41 delle 178 idee di progetto con un potenziale di innovazione riconoscibile.

Scopri di più

Corrente elettrica imprevista che potrebbe stabilizzare le reazioni di fusione

Gli scienziati hanno scoperto che le correnti elettriche possono formarsi in modi precedentemente sconosciuti. Le nuove scoperte potrebbero consentire ai ricercatori di portare meglio sulla Terra l'energia di fusione che alimenta il sole e le stelle.


Per un'onda elettrostatica planare che interagisce con una singola specie in un plasma privo di collisioni, la conservazione della quantità di moto implica la conservazione della corrente. Tuttavia, quando più specie interagiscono con l'onda, possono scambiare un impulso, determinando un impulso di corrente. Una semplice formula generale per questa corrente guidata è derivata dal lavoro dei fisici. Ad esempio, mostrano come le correnti possono essere guidate per le onde di Langmuir nei plasmi elettrone-positrone-ione e per le onde ione-acustiche nei plasmi elettrone-ione.

Scopri di più

Penning trap misure di massa del deuterone e dello ione molecola HD +

Si dice che la massa del deuterone sia 0,1 miliardesimo di percento inferiore al valore memorizzato nella letteratura specialistica! Più di 100 anni dopo la scoperta del nucleo atomico, non è ancora chiaro quanto siano pesanti i singoli esemplari. Il gruppo di ricerca guidato da Sascha Rau del Max Planck Institute for Nuclear Physics di Heidelberg è riuscito a fare un eccellente "aggiornamento".

Immagine di origine: Istituto Max Planck di fisica nucleare

Le masse dei nuclei atomici più leggeri e la massa dell'elettrone sono collegate ei loro valori influenzano le osservazioni in fisica atomica, fisica molecolare e fisica dei neutrini, nonché in metrologia. I valori più accurati per questi parametri fondamentali provengono dalla spettrometria di massa di Penning Fallen, che raggiunge incertezze di massa relative dell'ordine di 10E (-11). Tuttavia, i controlli di ridondanza utilizzando i dati di vari esperimenti rivelano significative incongruenze nelle masse del protone, del deuterone e dell'elio (il nucleo dell'elio-3), suggerendo che l'incertezza di questi valori potrebbe essere stata sottovalutata.

Scopri di più

Un progresso concettuale che dà gambe ai microrobot

Un articolo entusiasmante è apparso su Nature, 530-531 (2020); doi: 10.1038 / d41586-020-02421-2

Sono stati sviluppati minuscoli dispositivi che possono fungere da gambe di microrobot controllati dal laser. La compatibilità di questi dispositivi con i sistemi microelettronici suggerisce un percorso verso la produzione di massa di microrobot autonomi.

Video su Youtube https://youtu.be/8b_dMsYLkUs


Nel 1959, il premio Nobel e visionario della nanotecnologia Richard Feynman suggerì che sarebbe stato interessante "inghiottire il chirurgo", cioè costruire un minuscolo robot che potesse muoversi attraverso i vasi sanguigni per eseguire un intervento chirurgico se necessario. Questa visione iconica del futuro ha sottolineato le moderne speranze nel campo della robotica micrometrica: distribuire dispositivi autonomi in ambienti che le loro controparti macroscopiche non possono raggiungere. Tuttavia, la costruzione di tali robot presenta diverse sfide, inclusa l'ovvia difficoltà di assemblare una locomotiva microscopica. In un articolo su Nature, Miskin et al. tramite dispositivi elettrochimici che spingono microrobot controllati da laser attraverso un liquido e che possono essere facilmente integrati con componenti microelettronici per creare microrobot completamente autonomi.

Scopri di più